Giovanna Milli, la poetessa abruzzese che incantò l’Italia 

Giovanna Milli, la poetessa abruzzese che incantò l’Italia 

Tra le donne abruzzesi c’è una poetessa poco nota al grande pubblico, ma così dotata da guadagnarsi il plauso di Manzoni: si chiamava Giovanna Milli, detta Giannina, ed era nata a Teramo il 24 maggio 1825.

Gli studi

Inizialmente studiò con la madre, ma nel 1832 fu presentata a re Ferdinando II di Borbone, che le permise di continuare a istruirsi presso il Convitto delle figlie dei militari di Napoli. Tornata a Teramo nel 1842 frequentò un circolo di artisti antiborbonici e assorbì le idee che l’avrebbero resa fervente sostenitrice del Risorgimento. Dal 1845 Giovanna Milli iniziò ad esibirsi nell’improvvisazione poetica presso case nobiliari.

Ritratto di Giovanna Milli

Il poeta piemontese Regaldi notò la sua bravura e le propose di partecipare alle «accademie d’improvvisazione», recite di poesie improvvisate tenute di fronte a un pubblico pagante. Dal 1846 al 1847 tenne accademie in varie località abruzzesi e nel 1848 pubblicò la sua prima raccolta, intitolata “Poesie varie”. Nel 1851 intraprese la carriera itinerante degli improvvisatori, esibendosi in diverse città del regno.

L’incontro con Manzoni

Le sue poesie vertevano principalmente su temi morali e di unità nazionale. Le sue peregrinazioni la portarono prima a Roma e poi a Milano e qui Giovanna Milli ebbe modo di conoscere Manzoni. Lo scrittore le espresse stima pubblicamente e iniziò con lei una corrispondenza epistolare.

Ritratto di Alessandro Manzoni di Francesco Hayez (1841)

Tornata in seguito a Teramo, la Milli diminuì le esibizioni e si dedicò all’attività di educatrice. Nel 1872 venne nominata direttrice di una scuola femminile a Roma, quindi si trasferì nella capitale. Giovanna morì a Firenze l’8 ottobre 1888 e fu sepolta nel cimitero di San Miniato. Le sue ceneri ora riposano a Teramo.

Scopri l’Abruzzo

Giulio Mazzarino, l’abruzzese che dominò la Francia

Gli eremi di Roccamorice

Le antiche chiese d’Abruzzo

Fossa, tra antiche necropoli e affreschi medievali

Il romanico abruzzese

Francesco Paolo Michetti e il Cenacolo

Giorgio William Vizzardelli, il serial killer quattordicenne

La donna barbuta abruzzese

Scopri le donne pioniere

Amelia Earhart, la pioniera del volo

Kathrine Switzer, la prima maratoneta di Boston

Malala Yousafzai e i diritti delle bambine

Isadora Duncan verso la gloria

Gigliola Staffilani, il genio matematico che viene dall’Abruzzo

Junko Tabei, la conquistatrice dell’Everest

Grace Kelly, il “ghiaccio bollente” di Hollywood

Tina Anselmi, la madre del Sistema Sanitario Nazionale

Lina Merlin, la prima senatrice della Repubblica Italiana

Mae West, la prima sex symbol di Hollywood

Caroline Mikkelsen e Ingrid Christensen, le pioniere dell’Antartide

Beatrice Cenci, che osò ribellarsi al suo aguzzino

Italia Donati e il peso della calunnia

Rosmunda, che bevve al calice della vendetta

Frida Kahlo, una vita nella burrasca

Artemisia Gentileschi, quando l’arte riscatta la sofferenza

Rosalind Franklin, la scienziata che per prima vide il DNA

Beatrix Potter, l’illustratrice e naturalista rifiutata dalla Linnean Society

Lavinia Fontana, la Pontificia Pittrice

Tamara de Lempicka, la regina dell’Art Déco

Saffo, la decima musa

Katharine Hepburn, il veleno per il botteghino

Eleonora di Arborea e la Carta de Logu

Lola Di Stefano, l’eroica insegnante

Sabina Santilli e la lega del filo d’oro

Marlene Dietrich, l’angelo azzurro

Filomena Delli Castelli, un’abruzzese alla Costituente

Paolina Bonaparte, la Venere Vincitrice

Jacqueline Kennedy, l’indimenticabile first lady

Ada Lovelace, l’incantatrice di numeri

Nettie Stevens e la determinazione cromosomica del sesso

Greta Garbo, la fata severa

Marie Curie, la prima donna a vincere il Nobel

Sissi, la vera storia di Elisabetta di Baviera

Agatha Christie, la scrittrice che sparì per dieci giorni

Tiny Broadwick, la donna che sfidò la gravità

Scopri le  Donne Killer

Giulia Tofana, la signora del veleno

Lizzie Borden ha preso un’accetta

Lavinia Fisher, la serial killer in abito da sposa

Leonarda Cianciulli, la saponificatrice di Correggio

Aileen Wuornos, the monster

Erzsébet Báthory, la contessa Dracula

Lizzie Halliday, una vedova nera nella New York di fine ‘800

La lunga scia di sangue di Belle Gunness

Scopri le curiosità

Anna di Clèves, la “buona sorella del re”

Jules Verne e i Viaggi Straordinari

Charlotte de Berry, la piratessa tra verità e leggenda

Diabolik e il delitto di via Fontanesi

New Orleans, 14 marzo 1891: Il linciaggio degli italiani

Jack Lo Squartatore: chi erano le sue vittime?

Il Bazar de la Charité e il sogno infranto della Belle Époque

Oetzi, la mummia di Similaun

Halloween: la nascita di una tradizione

Epifania: le origini della tradizione

San Valentino: com’è nata la festa degli innamorati?

Pasqua: le curiosità che forse non conosci

Natale: dal Sol Invictus alla tradizione cristiana

Evelyn Hooker, l’OMS e la cancellazione dell’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali

Anne Perry, la giallista che visse due volte

Vermeer e “La Lettera d’Amore” rubata

Edward Jenner, il padre dell’immunizzazione

0 Condivisioni