Non lo avevo considerato – Recensione

Non lo avevo considerato

Titolo: Non lo avevo considerato

Autore: Francesca D’Isidoro

Anno: 2018

ISBN: 9781980485087

Prezzo (Euro): 7,99 (Cartaceo); 0,99 (Kindle)

N. Pagine: 186

Non lo avevo considerato

Oggi per la mia rubrica di piccole recensioni mi avventuro in un terreno per me insolito e vi parlo di Non lo avevo considerato, il brillante e ironico romance di Francesca D’Isidoro.

Francesca è ormai una veterana del genere. Ha esordito con il libro L’amore non è per tutti, i cui diritti sono stati acquistati da Rizzoli per la collana “You Feel”, e in seguito ha pubblicato L’amore è per noi.

Non lo avevo considerato è il suo terzo romanzo e ci racconta la storia di Diletta e Francesco, due “anime affannate” deluse e disilluse che una sera si incontrano per caso. La chimica è subito evidente e i due trascorrono la notte insieme, ma nessuno di loro crede la cosa possa ripetersi. Diletta è ancora sanguinante per la storia col suo ex, che a pochi passi dall’altare l’ha abbandonata per una donna più abbiente, ma con cui ancora continua a vedersi. Francesco è nel pieno di un burrascoso divorzio, teme di perdere la figlia e l’azienda di famiglia di cui è tornato ad occuparsi dopo tanti anni di lavoro all’estero. L’uomo sa bene che legarsi a qualcuno significherebbe trascinarlo con sé nel torbido abisso in cui lui stesso è sprofondato, inoltre non è ancora in grado di fidarsi nuovamente del suo prossimo. Ovviamente il proposito di Diletta e Francesco di non rivedersi non ha fatto i conti con la sorte che deciderà altrimenti.

Il romanzo quindi si apre con un classico cliché di genere, tuttavia lo sviluppo della trama è tutt’altro che banale e scontato. La narrazione snella e scorrevole ci accompagna in un susseguirsi di situazioni imprevedibili ora commoventi ora divertenti  ora drammatiche. Una chicca è la narrazione “point of view”, questo è un romanzo a due voci in cui si alternano il punto di vista di Diletta e quello di Francesco, conferendo ai due personaggi ancora maggiore tridimensionalità. Menzione particolare meritano i comprimari, alcuni buffi altri inquietanti, che valorizzano i due protagonisti senza comunque perdere la loro spiccata personalità.

Non lo avevo considerato è un romanzo divertente e romantico da leggere tutto d’un fiato, che vi farà sorridere e imbronciare, ma che non vi farà di certo annoiare.

Francesca D’Isidoro ha di recente pubblicato il suo nuovo libro, Mi sono innamorata di tuo marito, e gestisce la pagina social Francesca D’Isidoro Autrice.

 

Scopri anche…

La nostra area blog 

La nostra area racconti.

Le altre recensioni

Quando Borg posò lo sguardo su Eve

Sotto le scale

Il risveglio di Bruno

La Rajetta

Dentro il bianco

L’immagine è poesia

Rapsodia Minore

La Madama

Ho provato ad essere normale ma mi annoiavo

La guerra di Lia 

Shah Mat

La mistica della marmellata 
UN ANNO e altri giorni
SAN GIOVANNI BATTISTA nella cultura popolare abruzzese
I miei vuoti pieni
Kate e il Regno Dimenticato: Amici e Nemici
La feluca con le ali
26 Condivisioni