Raccontami L’Abruzzo (Vol 1) – Recensione

Raccontami l'Abruzzo

Titolo: Raccontami L’Abruzzo (Vol 1)

Autore: AA. VV.

Casa editrice: Edizioni Tabula Fati

ISBN: 978-88-7475-618-6

Anno: 2017

Prezzo (Euro): 10

N. Pagine: 104

Raccontami L’Abruzzo (Vol 1)

Questa volta per la mia rubrica di piccole recensioni vi parlo di un’antologia che mi è molto cara sia per la qualità che per “amor di patria”: Raccontami L’Abruzzo (Vol. 1), a cura di Rita La Rovere.

Rita La Rovere è una veterana della letteratura e del giornalismo Abruzzesi, con all’attivo tre libri pubblicati per le Edizioni Tabula Fati, e Raccontami L’Abruzzo rappresenta un ulteriore fiore all’occhiello nella sua carriera.

In un periodo storico in cui la nostra bella regione sta venendo riscoperta grazie a ironiche pagine social, film e documentari, questa antologia ci permette di conoscere aspetti dell’Abruzzo ancora poco noti al grande pubblico. Sia chiaro, questo libro non intende essere lode sperticata e campanilista, ma spunto per riscoprire luoghi, tradizioni e storie famigliari a cui non si può permettere di cadere nell’oblio.

Una straordinaria particolarità di questo volume è il numero di autori: quarantaquattro voci che si uniscono in un canto corale fatto di ricordi del doloroso periodo della Seconda Guerra Mondiale che ha tanto segnato l’Abruzzo, spaccato due dalla linea Gustav, di personaggi, di sapori, di aneddoti.

Ogni racconto – brevissimo – è una sorta di bozzetto, di impressione, uno squarcio che ci permette di essere spettatori degli eventi per un solo, intensissimo momento. Posso assicurarvi che riuscire a condensare in poco spazio una storia che abbia non solo senso, ma che sia anche capace di emozionare non è un’impresa facile, ma si sa: quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare.

Una menzione particolare merita la copertina, in cui spicca in tutto il suo splendore la “Fanciulla Abruzzese” di Francesco Paolo Michetti.

L’Antologia è stata seguita nel 2019 da un secondo volume, che raccoglie altri quarantaquattro racconti volti a farci scoprire nuovi angoli dell’animo della nostra regione.

 

Scopri anche…

La nostra area blog 

La nostra area racconti.

Le altre recensioni

Quando Borg posò lo sguardo su Eve

Sotto le scale

Il risveglio di Bruno

La Rajetta

Dentro il bianco

L’immagine è poesia

Rapsodia Minore

La Madama

Ho provato ad essere normale ma mi annoiavo

La guerra di Lia 

Shah Mat

61 Condivisioni